1

corta tribunale verbania retro

VERBANIA- 11-11-2015- L'episodio giudicato ieri in tribunale a Verbania

risale al luglio del 2013, quando una ragazza di 17 anni è stata molestata sessualmente da un sessantasettenne, che si tolse i pantaloni iniziando a toccarsi ed a toccarla nelle parti intime. La giovane non raccontò a nessuno quanto avvenuto, solo qualche mese dopo, parlandone con una psicologa a scuola, si confidò. Venne avvisata subito la famiglia, che fece la denuncia. L'imputato, difeso dall'avvocato Marco Daverio, è stato però dichiarato interdetto dal 2004, e per questo il difensore ha fatto fare una perizia in cui si attesta che era totalmente incapace di intendere e i volere. Anche da parte dell'accusa si è richiesta una simile perizia, un primo esame confermava l'incapacità di intendere, mentre un secondo attestava che non era completamente incapace di intendere e volere, e per questo è stato processato, ma giudicato, per il problema mentale, con uno sconto sino a due terzi della pena. E' stato comunque condannato a 2 anni e 4 mesi di reclusione, ed a due anni di libertà vigilata sotto i servizi sociali. Il giudice ha poi stabilito il pagamento di 5 mila di provvisionale dei 40 mila richiesti come risarcimento.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.