1

corta fuochi ragazza scintille

DOMODOSSOLA- 28-12-2015- Niente ordinanza anti botti di Capodanno a Domodossola. Il sindaco Mariano Domese, in tempi di elezioni, decide di non decidere, ed in una lettera di augurio per un sereno 2016 ai domesi, rifacendosi a tradizioni e bisogni, a chi soffre, inclusi gli animali, decide di non emettere un'ordinanza anti botti, ma invita i concittadini ad essere rispettosi. Ecco la lettera: “Cari concittadini- scrive il sindaco Marian Cattrini ai domesi in una lettera aperta- ci stiamo avvicinando al fatidico 31 dicembre. Sempre più insistenti si fanno da parte di alcuni le richieste di vietare i botti di fine anno. Costoro umanamente si rifanno all'esigenza di rispettare la sensibilità degli animali, in particolare cani, gatti, uccelli che soffrono tanto questi rumori. Soprattutto molti sindaci hanno già emesso ordinanze anti- botti. Perchè allora non aderire?. La sensibilità verso gli animali fa onore a chi esprime tanto amore. Ma la tradizione dei botti per molti affonda le radici in un mondo così ricco di promesse da far vivere a giovani e non più giovani un momento di grande gioia, di apertura ottimista ad un nuovo anno che si vuole più bello ed affascinante. Il botto, il lampo di luce è per molti come accendere nuove speranze e vivere il futuro come bellezza. Si può negare tutto, si possono uccidere tradizioni perchè se ne fanno nascere di più belle. Coloro che chiedono di vietare i botti sono sicuri di essere in grado di proporre la nascita di una tradizione più bella? Serbando profondi dubbi in proposito mi limito ad invitare tutti ad assumere atteggiamenti di morigeratezza anche perchè per troppe persone l'arrivo dell'anno nuovo non rappresenta un momento di festa, vivendo situazioni di difficoltà economica o di malattia o di tragedia consumata in famiglia. Per cui se può essere simbolo di gioia e di attesa felice per molti, ricordiamoci tutti di chi non ha modo di festeggiare, di chi è impossibilitato a gioire, di chi è gravemente ammalato e anche di chi patisce i botti, i nostri animali. Sono certo che la nostra città pur in assenza di ordinanza antibotti di capodanno saprà distinguersi per una festa adeguata a questo tempo non facile, una festa civile, rispettosa degli altri come'è la tradizione delle nostre montagne. Con questo auspicio sia una festa ancora più vera che coinvolga un po' tutti. Vi ringrazio della sensibilità che certamente sapreste dimostrare, ed ovviamente, con l'occasione vi faccio tanti auguri per un 20166 sereno e fortunato”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.