1

corto gallo facciata ospedale
DOMODOSSOLA- 15-04-2015- Sos Ossola sprona i sindaci ossolani a proporre iniziative popolari

di massa in difesa della sanità e si scaglia contro chi, dal lago, porta l'esempio di sanità territoriale di Cannobio come modello per non "intasare" i Dea: "Mentre per la Sanità Piemonte la Giunta regionale vara piano assistenza territoriale sul quale faremo una valutazione giudicandolo interessante ma carente per alcuni aspetti e velleitario per i chiari di luna e per la sottovalutazione delle categorie interessate, nel frattempo, nel Vco ci chiediamo se la sanità territoriale del Verbano sia da beatificare. Si susseguono, con gran rumore dichiarazioni e comunicati di molti verbanici, compresi comitati che rappresentano poco più che se stessi, sul "loro" piano territoriale mettendo come fiore all'occhiello l'esperienza di Cannobio, pur interessante, ma carente e inadeguata rispetto alle esigenze finalizzate soprattutto a non ingolfare l'ospedale e il Dea. Quale ospedale con Dea non si sa, ma alcuni verbanici auspicano che la scelta vada a Verbania perchè sono stati bravi con la Regione mentre gli ossolani sono stati molto cattivi e protestatari e non prendono nemmeno in considerazione gli ascari che sono stati bravissimi pro Verbania nunc et semper. Cosa pretendono gli Ossolani se le briciole che sono loro rimaste verranno pappate dai gabbiani del lago Maggiore? Per la cronaca le briciole sono il 15% dei posti letto di degenza rispetto al Vco, per non parlare dei posti letto di continuità terapeutica e le attese lunghissime per esami o visite specialistiche. Stendiamo un velo pietoso, anzi un piumone, sugli apprezzamenti di quelli del pensiero unico trapiantato nel cranio dei soliti noti ossolani che ubbidiscono alle direttive del partito e non alle esigenze del popolo che rappresentano anche con piroette straordinarie rispetto a precedenti prese di posizione quando il popolo era accaldato e presidiava. Noi li consideriamo apprezzamenti al servizio di chi comanda la baracca, al limite del servile, ma è una nostra strettissima e personalissima opinione “politica". In sostanza si tenta di mortificare l'unica struttura ospedaliera pubblica in un'area molto vasta e periferica con assenza di strutture private convenzionate che nel Vco hanno una notevole preminenza. C'è anche il silenzio quasi generale di chi l'Ossola sostiene di difenderla a parole, siamo costretto a dire la nostra: Cattrini svegliati! Sindaci ossolani: Svegliatevi prima che sia troppo tardi! aspettiamo iniziative con non troppo ottimismo mentre su facebook è stato postato un commento stringato proponendo una immagine dei Pupi Siciliani e ci siamo scusati , perchè l'Opera dei Pupi è una cosa seria!

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.