1

traforo sempione

VARZO- 17-04-2015- Settant’anni fa, erano gli ultimi giorni della seconda guerra mondiale, i tedeschi in ritirata dall’Ossola avevano intenzione di distruggere con l’esplosivo ( ben 60 tonnellate) il tunnel del Sempione. Fu un’eroica impresa partigiana, coadiuvata probabilmente dai servizi segreti svizzeri, a salvare il tunnel. Nella notte fra il 21 ed il 22 aprile 1945, mentre ii reparti della brigata Garibaldi isolavano la Val Divedro per prevenire eventuali azioni nemiche, la "Volante Alpina" agli ordini di "Mirko" Ugo Scrittori catturò le sentinelle di guardia, provvedendo al recupero ed alla dispersione sul terreno dell'esplosivo, contenuto in 1500 cassette, che venne poi incendiato. L’importante azione di guerra sarà celebrata ufficialmente sabato 25 aprile, con il ritrovo al piazzale della stazione di Varzo alle ore 14,30, saranno presenti l’onorevole Enrico Borghi, Stefano Costa, il presidente della Provincia, ed Aldo Reschigna vicepresidente della Regione Piemonte. Il programma prevede alle ore 15 il corteo con la deposizione della corona di alloro al monumento ai caduti ed alle ore15,30 alla torre medievale il saluto dei sindaci di Varzo, di Domodossola, di Trasquera ed a seguire la ricostruzione storica del salvataggio del Sempione a cura del professor Pierantonio Ragozza.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.