1

ferroni giorgio crevola

CREVOLADOSSOLA- 19-04-2015- L’occasione per l’annuncio è stata quella della conferenza stampa per il resoconto del mandato amministrativo della giunta Rondinelli. A Crevoladossola il centro sinistra ( sempre con una lista civica denominata “per Crevola”) avrà come candidato sindaco Giorgio Ferroni, attuale assessore e politico di lungo corso.
“Cinque anni di cose fatte”, questo il titolo della relazione di Gianni Rondinelli, che si ricandiderà come consigliere ma che per impegni personali ha declinato di ricandidarsi al secondo mandato: “Nonostante la crisi economica- così la relazione di Rondinelli che riportiamo integrale- il comune di Crevoladossola ha un una buona disponibilità di cassa, ma il famigerato patto di stabilità non ne consente l’uso. Ciò ha comportato il non potere fare interventi spesso già dotati oltre che di copertura e anche di progettazione esecutiva, fra questi ricordiamo: Marciapiedi Preglia. Parcheggio Traversagno. Torre di Ardignaga. Nel 2014 si sono realizzati ancora molti interventi ma solo grazie a contributi di altri enti visto il taglio dei contributi statali. Il quadro generale degli investimenti è comunque buono. La tassazione è fra le più basse della zona, le tariffe dei servizi comunali non sono aumentate in questi cinque anni.

Opere ed interventi eseguite:

Progetto di conversione parziale ad edificio scolastico della struttura sportiva incompiuta (palazzetto) per realizzare la nuova scuola elementare unica comunale. Si prevede di lasciare lo spazio sportivo inalterato ma, attraverso una razionalizzazione degli spazi, convertire il resto ad edificio scolastico per realizzare una nuova scuola. In questo modo si darà uno scopo migliore alla struttura progettata nel 2005 dalla precedente amministrazione e permetterà di razionalizzare i costi di gestione del sistema scolastico.

Primo lotto del Restauro Villa Renzi 250.000 €. E’ stato anche  realizzato un progetto definitivo con la finalità di realizzare una sede municipale su cui chiedere contributi a fondazioni ed enti, entro il 2015 si potrebbe già avere la sistemazione del primo piano. Sostituito il tetto eternit capannone comunale piazza Chavez realizzando un impianto fotovoltaico da 20 kw. Produzione di 16.900 kWh/anno, circa € 8.653,00 ogni anno per 20 anni.Completato il rifacimento della piazza di Oira e della via di accesso con pavimentazione in pietra.Nel ambito del PRS Pontemaglio: Piazza, sagrato e regimentazione acque; cimitero manutenzione straordinaria, recupero edificio parrocchiale dato in gestione alla banda.Nuova Rotatoria Via Edison – Martinoia (loc. Serta), con marciapiedi e pensilina.Manutenzioni negli edifici scolastici fra cui: Nuove aule scuola media (piano seminterrato); Pavimentazione antiurto materna Crevola; Rifacimento bagni Caddo; Tinteggiatura Caddo; Tinteggiatura interna medie; Sostituzione caldaia elementari a Preglia. Studio complessivo per la riqualificazione energetica di tutti gli edifici scolastici.Manutenzioni stradali per 150.000 € completate nel 2012: Via Paletta. Sistemazione completa di scarifica e asfalto con sistemazione della fognatura e nuovi parcheggi. Via Garibaldi,Via Dante Alighieri; Via Cavour. Scarifica ed asfaltatura completa. Via Deseno. Via danda. Tratto Via Antigorio. Strada località rido. Via Turati asfaltatura e barriere.E’ stata appaltata la realizzazione del vallo paramassi di Caddo; questa opera importantissima e prevista da decenni ha lo scopo di salvaguardare l’abitato e ridurre il rischio. Riteniamo la realizzazione dell’opera un risultato straordinario e storico. E’stata finanziata per 450.000 € dalla regione Piemonte.
Implementato nel 2014 il piano di manutenzione stradali con altri 300.000 € (il cantiere è tuttora aperto). Sistemazione e l’asfaltatura di Via Casetti; Via Garibaldi;Via Antigorio, Via Verdi, Via paletta, Accesso alle scuole Medie e materne di Preglia, Strada della frazione Bosco, ed altre. Si prevede la sistemazione della strada di Ardignaga con sostituzione dell’asfalto con Trassello in pietra.

Area Camper in Via Edison, in prossimità della centrale Portaluppi a Crevola. (60.000€) e creazione di alcuni tratti di pista destinati al cicloturismo e al trekking presso Oasi Preglia, 40.000 € di cui 34.000 € di contributo GAL (appalto entro aprile).  Si integrano con il già realizzato sistema di sentieri segnalati che unisce varie zone (Caddo – Monte; Sbrintz Route Pontemaglio – Preglia) che stanno richiamando molti appassionati di bike e trekking.

Appaltata Ristrutturazione ed adeguamento scuola Caddo. Nell’ambito del "Piano di edilizia scolastica del governo ci è stato conferito un contributo di 242.500 € appaltato ai dicembre 2014.
Acquisto del nuovo mezzo AIB.
Migliorie e manutenzione sul patrimonio boschivo, aste di legna da ardere, taglio selettivo degli alberi pericolosi.
Miglioramento e messa in sicurezza della Viabilità veicolare e pedonale scuole elementari Preglia, anche con introduzione del servizio di vigilanza stradale.
Realizzazione nuovi parcheggi zona Fabbrica.
Recupero Mulino Oira e progetto di gestione in collaborazione con le associazioni del paese.
Nuovo Impianto di irrigazione nel campo sportivo di Caddo.
Commissione per realizzazione Inno Crebula, che è diventato un opera per concerto bandistico conosciuta a livello europeo che esporta il nome e la storia della nostra comunità.
Realizzazione dell’iniziativa annuale del passaggio della Sbritz Route e ripristino della storica via del Gries. Censimento, pulizia e segnalazione sentieri e percorsi turistici.
Alpe Cravariola: recupero in convenzione con gruppo alpini crevola.
Realizzazione del Piano di protezione civile di cui il comune era sprovvisto.
Progetto Oli esausti con contributo provinciale di 14.000 €.
Esclusione dalla caccia dell’area naturalistica del Lago TANA.

Apertura al pubblico della piattaforma di  conferimento Rifiuti in Via Chavez .
Impianto di Video sorveglianza scuole medie – materne Preglia ed Area Oasi.
Apertura casa delle associazioni. Nuova sede Proloco.
Bonus Bebè. Il comune di Crevoladossola incentiva e aiuta le famiglia con un contributo di 500 € .
Sistemazione passerella località S. Giovanni.

Gestione delle pratiche ereditate dalla precedente amministrazione.  Chiusura mensa sociale che incideva sul bilancio comunale per circa 30.000€ all’anno. Gestione contenziosi cave aperti nel 2006: Sono stati prodotti i progetti di ripristino dell’area e i decreti ingiuntivi connessi ai contenziosi. Chiusura lavori centro turistico e convenzione con SOMS.

Urbanistica: approvata una variante PRGC per il recupero di 7060 mc edificabili da zone già edificate. Formalizzazione del tracciato pedonale a Preglia (percorso bianco). Semplificazione del regolamento edilizio. Atto di indirizzo per nuova variante strutturale PRGC che prenda atto della mitigazione del rischio idrogeologico nei pressi del Bogna e del Deseno.

L’amministrazione di Crevoladossola entrando nel Unione Ossolana sta partecipando al progetto AREE INTERNE assieme agli altri 18 comuni Ossolani.
Approvata all’unanimità la proposta di disegno di legge regionale per il riconoscimento della specificità montana del VCO.
Approvazione del documento in difesa del S. Biagio. Riteniamo non si possa prescindere dalla presenza dei servizi ospedalieri e in particolare riteniamo fondamentale il mantenimento dell' Emodinamica, del Punto Nascite e del DEA al S. Biagio all'interno della riorganizzazione della rete ospedaliera in atto.

AMMINISTRAZIONE COMUNALE
GRUPPO:  PER CREVOLADOSSOLA – LISTA CIVICA
https://www.facebook.com/percrevoladossola
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Una premessa
Per quanto riguarda il comune di Crevoladossola siamo di fronte ad obbligo piuttosto paradossale entrato in vigore nel 2013, per cui pur avendo un buona disponibilità di cassa legata ad un consistente avanzo di amministrazione questo non potrà essere impegnato, come si è sempre fatto negli anni passati, per garantire gli investimenti. Questo a seguito dell’entrata dei comuni sotto i 5000 abitanti nel contesto del patto di stabilità nazionale. Ciò ha comportato il non potere fare interventi già finanziati per il 2012-2013 e spesso già dotati oltre che di copertura anche di progettazione esecutiva, fra questi ricordiamo:
Marciapiedi preglia due lotti. Parcheggio Traversagno. Sostituzione tetto torre di Ardignaga.
Nel 2014 si sono realizzati molti interventi ma solo grazie a contributi di altri enti

E LE  TASSE?? tra le più basse dell’intera provincia...
CERTO! Come sai BENE anche TU!… la situazione in Italia si è fatta difficile.. i Comuni sono stati relegati a ruolo di semplici esattori di tasse, a nome e per conto dello Stato… Ma noi abbiamo saputo fare  di necessità VIRTU’… con senso di responsabilità:
Abbiamo ridotto le spese il più possibile, senza far mancare nulla ai cittadini e abbiamo mantenuto inalterati SENZA AUMENTI in 5 anni, TUTTI i servizi a domanda individuale, dal servizio scuolabus alla mensa scolastica, con una tassazione ai livelli tra i più bassi nella Provincia, con attenzione alle attività produttive e ai redditi più bassi.


 

Abbiamo detto No agli sprechi sulle grandi opere, realizzate solo per accedere a finanziamenti.
Abbiamo reso CONCRETO e SOSTENIBILE  il progetto faraonico del Palazzetto dello sport, EVITANDO che le spese di gestione gravassero sui cittadini, abbiamo deciso di utilizzarlo come centro sportivo e come nuova sede unica delle scuole elementari del Comune, con un grandissimo risparmio futuro sulla gestione scolastica.
Nonostante il patto di stabilità, abbiamo effettuato un’ottima manutenzione del territorio ed una serie di investimenti strutturali mirati e funzionali.
 Dato più attenzione ai bisogni concreti dei cittadini, migliorato la manutenzione delle scuole, delle strade comunali, delle piazze e della rete dei sentieri naturalistici.
 

Si nota nel 2014 il calo causato dall’entrata in vigore del patto di stabilità e del taglio di circa 500.000 € di contributi statali.

Principali Opere attualmente appaltate (aprile 2015) con cantieri aperti o in procinto di essere aperti


Opere ed interventi eseguite.

Progetto di conversione parziale ad edificio scolastico della struttura sportiva incompiuta (palazzetto)per realizzare la nuova scuola elementare unica comunale.
Si prevede in sintesi di lasciare lo spazio sportivo sostanzialmente inalterato ma, attraverso una razionalizzazione degli spazi, convertire il resto ad edificio scolastico con l’intenzione di realizzare una nuova scuola elementare.
I vantaggi della soluzione proposta sono notevoli: Innanzi tutto l’impianto sportivo, pur essendo dedicato ad un uso prioritariamente scolastico, sarà separato e funzionale e soddisferà i requisiti del CONI per l’uso professionistico. Questo fatto unito ad un miglioramento complessivo dell’impiantistica e del rendimento energetico renderà la gestione della struttura palestra più economica, fattore questo fondamentale anche in prospettiva  di un bando di gestione per l’attività extra scolastica aperta anche a società sportive e soggetti privati.
Segnaliamo con piacere che il progetto ha ricevuto un parere positivo da parte dei cittadini e del personale scolastico presenti. Inoltre su esplicita richiesta di un cittadino presente anche i consiglieri di minoranza che assistevano alla presentazione si sono dichiarati favorevoli alla rivisitazione del progetto originale. E’stato approvato il 31 marzo il piano economico di gestione, previsto per legge, e questo ci da la possibilità di andare in appalto per il primo lotto (tetto ) dopo l’estate 2015.

RECUPERO VILLA RENZI
250.00 € investiti nel primo lotto del Restauro Villa Renzi. Abbiamo scelto di adibire la Villa Renzi a sede di uffici comunali, per renderla fruibile a tutti i cittadini facendo finalmente una scelta attesa da decenni.
Il progetto prevedeva la sistemazione della copertura in piode del tetto e la realizzazione di un intercapedine che dovrebbe bonificare i locali delle cantine e dei seminterrati. Gli interni sono stati in gran parte ripuliti dai rifiuti che la ingombravano e in seguito ad un sopralluogo con il progettista si è convenuta la prossima rimozione di diversi corpi aggiunti negli anni cinquanta sessanta, principalmente muri e controsoffitti. In questo modo la struttura dovrebbe riprendere in gran parte l’aspetto originale.
A questo primo lotto dovranno ovviamente seguire altri interventi ma l’edifico ha indubbiamente nel suo complesso un notevole valore che dovrà essere valorizzato con una scelta adeguata sulla sua destinazione finale. E’ stato inoltre aggiornato e modificato, per l'approvazione in sovraintendenza, un progetto del 1995, questo allo scopo di avere un definitivo con la finalità di realizzare una sede municipale su cui chiedere contributi a fondazioni ed enti. Siamo attualmente in attesa di riscontro per una richiesta di contributo di 150.000 € tramite fondazione San Paolo che permetterebbe di andare a recuperare il piano terra entro l’anno e spostare da subito la sede dei vigili.
E’ stato sostituito il tetto eternit capannone comunale piazza Chavez realizzando un impianto fotovoltaico da 20 kw.
Questo permette di avere una produzione di 16.900 kWh/anno. L’energia prodotta produce due entrate distinte una da incentivo ed una da energia prodotta. In totale circa € 8.653,00 ogni anno per 20 anni, questo permetterà di rientrare dell’investimento in circa nove anni per il resto saranno introiti netti. L’impianto Fotovoltaico permette di limitare le emissioni di CO2 di circa 12 tonnellate e  di risparmiare approssimativamente 4,5 tonnellate equivalenti di petrolio  all’anno.

Completato il rifacimento della piazza di Oira e della via di accesso con pavimentazione in pietra.
Nel ambito del PRS Pontemaglio: Piazza, sagrato e regimentazione acque; cimitero manutenzione straordinaria, recupero edificio parrocchiale dato in gestione alla banda.
Sono importanti interventi che valorizzano il patrimonio storico culturale delle frazioni.

Nuova Rotatoria Via Edison – Martinoia (loc. Serta), con marciapiedi e pensilina.

Manutenzioni negli edifici scolastici fra cui:
Pavimentazione antiurto materna Crevola.
Rifacimento bagni Caddo.
Tinteggiatura Caddo.
Nuove aule scuola media (piano seminterrato).
Tinteggiatura interna medie.
Sostituzione caldaia elementari a Preglia.

Studio complessivo per la riqualificazione energetica di tutti gli edifici scolastici.

Manutenzioni stradali per 150.000 € completate nel 2012.

Via Paletta. Sistemazione completa di scarifica e asfalto con sistemazione della fognatura. Il lavoro ha portato anche alla realizzazione di nuovi parcheggi.
Via Garibaldi, Incrocio via Dante Alighieri; sistemazione asfalto con scarifica e regimentazione acque.
Via Cavour. Scarifica ed asfaltatura completa.
Via Deseno. Fresatura e asfaltatura del tratto piano.
Via danda. Inizio via: regimentazione acque e sistemazione.
Tratto Via Antigorio. Scarifica e asfaltatura.
Loc. Fornace. Sistemazione raccolta acque bianche.
Incrocio Cresto Traversano. Sistemazione asfalto e barriere.
Strada località rido. Asfaltatura.
Via Turati asfaltatura e barriere.

Implementato nel 2014 il piano di manutenzione stradali e asfaltature con altri 300.000 € (il cantiere è tuttora aperto). L’intervento comprende la sistemazione e l’asfaltatura di alcune importanti vie cittadine fra cui:
Via Casetti;
Via Garibaldi,
Via Antigorio,
Via Verdi,
Via paletta,
l’accesso alle scuole Medie e materne di Preglia,
 la strada che porta alla frazione Bosco, ed altre.
Sono previste sistemazioni di barriere per migliorare la sicurezza e si prevede infine la sistemazione della strada della frazione Ardignaga con sostituzione dell’asfalto con Trassello in pietra.


Area Camper in Via Edison, in prossimità della centrale Portaluppi a Crevola. (60.000€) e creazione di alcuni tratti di pista destinati al cicloturismo e al trekking presso Oasi Preglia, 40.000 € di cui 34.000 € di contributo GAL. Entrambi i cantieri sono in fase di chiusura.
Gli interventi si integrano molto bene fra loro e con il già realizzato sistema di sentieri segnalati che unisce varie zone del comune (Caddo – Monte; Sbrintz Route Pontemaglio – Preglia) che stanno richiamando molti appassionati di mountain bike e trekking.

Appaltata Ristrutturazione ed adeguamento scuola Caddo.
Nell’ambito del "Piano di edilizia scolastica" varato dal governo ci è stato conferito un contributo di 242.500 € appaltato nel mese di dicembre 2014. La scuola è stata individuata nel plesso di Caddo in quanto la nostra amministrazione aveva già realizzato ed approvato un progetto definitivo esecutivo inserito nel bando del “Decreto del Fare”  per l’adeguamento delle normative sul superamento delle barriere architettoniche, antincendio e sul rendimento energetico. I lavori partiranno dopo la fine delle scuole.

Acquisto del nuovo mezzo AIB.
Migliorie e manutenzione sul patrimonio boschivo, aste di legna da ardere, taglio selettivo degli alberi pericolosi.
Miglioramento e messa in sicurezza della Viabilità veicolare e pedonale scuole elementari Preglia, anche con introduzione del servizio di vigilanza stradale.
Realizzazione nuovi parcheggi zona Fabbrica.
Recupero Mulino Oira e progetto di gestione in collaborazione con le associazioni del paese.
Nuovo Impianto di irrigazione nel campo sportivo di Caddo.
Commissione per realizzazione Inno Crebula, che è diventato un opera per concerto bandistico conosciuta a livello europeo che esporta il nome e la storia della nostra comunità.
Realizzazione dell’iniziativa annuale del passaggio della Sbritz Route e ripristino della storica via del Gries. Censimento, pulizia e segnalazione sentieri e percorsi turistici.
Alpe Cravariola: recupero in convenzione con gruppo alpini crevola.
Realizzazione del Piano di protezione civile di cui il comune era sprovvisto.
Progetto Oli esausti con contributo provinciale di 14.000 €.
Esclusione dalla caccia dell’area naturalistica del Lago TANA.

Apertura al pubblico della piattaforma di  conferimento Rifiuti in Via Chavez .
Impianto di Video sorveglianza scuole medie – materne Preglia ed Area Oasi.
Apertura casa delle associazioni. Nuova sede Proloco.
Bonus Bebè. Il comune di Crevoladossola incentiva e aiuta le famiglia con un contributo di 500 € .
Sistemazione passerella località S. Giovanni.
Costituzione commissione mensa.

Interventi Assetto idrogeologico Crevoladossola.

E’ stata appaltata alle ditte Cave di Corconio la realizzazione del vallo paramassi di Caddo; questa opera importantissima e prevista da decenni ha lo scopo di salvaguardare l’abitato e ridurre il rischio. Riteniamo la realizzazione dell’opera un risultato straordinario e storico. E’stata finanziata per 450.000 € dalla regione Piemonte e il progetto della parte geologica è stato curato dal servizio geologico provinciale. Apertura cantiere a giorni.

Grazie al contributo della Comunità Montana Valle Ossola sono stati affidati due distinti incarichi professionali di 100.000 € ognuno che andranno ad interessare il Rio Deseno e riguarderanno principalmente la pulizia e la sistemazione dell’alveo. Il Comune di Crevoladossola sta autonomamente provvedendo alla programmazione di un intervento di pulizia dell’alveo che prevede una spesa di €. 20.000 finanziati con contributo regionale. (progetto approvato delibera di giunta 114 del 21/10/2014).

Sempre la CMVO, in coordinamento con il Comune, ha recentemente consegnato all’impresa aggiudicataria un intervento di realizzazione di una briglia sul rio in località Bosco di Preglia. L’opera servirà a prevenire il trasporto di materiali in caso di piene nel rio.

Gestione delle pratiche ereditate dalla precedente amministrazione.
Chiusura mensa sociale che incideva sul bilancio comunale per circa 30.000€ all’anno.
Cessione azioni CSL. Società partecipata comunale al 18% che realizzava un deficit economico
Gestione contenzioni cave aperti nel 2006. Sono stati prodotti i progetti di recupero e ripristino dell’area e i decreti ingiuntivi connessi al recupero del denaro.
Sistemazione e convenzione per Show Room Pietra.
Chiusura lavori centro turistico e convenzione con SOMS, apertura sperimentale front desk per cercare di finalizzare l’investimento.


Urbanistica.

Nel’ambito dell’Urbanistica è stata già approvata una variante PRGC recupero aree edificabili ed aumento delle aree agricole. Questa variante rimette in gioco 7060 metri cubi edificabili spostandoli da zone agricole a zone già edificate, garantendo così uno sviluppo edilizio sostanzialmente a consumo del territorio zero; infatti dopo questa variante aumenta la superficie agricola complessiva presente sul territorio comunale. Formalizzazione cartografica del tracciato pedonale che è stato denominato “percorso bianco” che dalla scuole medie porta alla rotonda presso l’ipercoop di Bisate realizzando un importante alleggerimento del traffico ciclo pedonale senza costituire un vincolo edilizio sostanziale ne un impedimento agricolo in quanto non si prevedono opere in rilevato ma solo la regolarizzazione di un percorso già ampiamente utilizzato.

Revisione e semplificazione delle norme del regolamento edilizio. Il nuovo regolamento, conforme al regolamento tipo regionale, è più moderno e semplice da applicare a vantaggio di cittadini e professionisti.


Atto di indirizzo per nuova variante strutturale PRGC.
Preso atto delle migliorate condizioni delle opere che mitigano il rischio idrogeologico nei pressi del Bogna e del Deseno, anche grazie agli interventi in ambito di assetto idrogeologica la zonizzazione geologica ed urbanistica e le relative norme tecniche necessitano di una parziale revisione; il comune ha ritenuto opportuno avviare un indagine conoscitiva al fine di avere nozione delle esigenze e le osservazioni di Cittadini, Enti ed Associazioni in un processo di pianificazione urbanistica condiviso per realizzare una variante più corposa sul PRGC.

Rapporti con altri enti

Partecipazione  al progetto AREE INTERNE assieme agli altri 18 comuni Ossolani. Nel prossimo futuro i fondi per lo sviluppo territoriale arriveranno sostanzialmente solo da progetti dell’Unione Europea e saranno organizzati su due filoni: aree metropolitane e appunto Aree Interne. La nostra unione è una delle sole due arre piemontesi individuate e questo oltre a portare nell’immediato un contributo ministeriale di 4 milioni sarà la condizione necessaria per accedere ai fondi europei per lo sviluppo.

Sostegno alla  proposta di disegno di legge regionale per il riconoscimento della specificità montana del VCO che il consiglio comunale ha approvato all’unanimità. Si tratta di un processo complesso e difficile, ma che potrà, se correttamente gestito, dare al nostro territorio, nel medio periodo, una prospettiva di sviluppo sociale ed economico che altrimenti potrebbe esserci preclusa; potendo così diventare soggetti attivi nella rivalutazione delle aree alpine all'interno dei progetti europei e nei processi di rinnovamento in corso nei prossimi anni.

Difesa del S. Biagio: siamo stati e saremo, su questo tema, sempre in prima fila per evitare il depauperamento del nostro ospedale e a sostegno della sanità pubblica nel nostro territorio. Crediamo sia necessario dare impulso alla medicina territoriale, ma riteniamo non si possa prescindere dalla presenza dei servizi ospedalieri e in particolare riteniamo fondamentale il mantenimento dell' Emodinamica, del Punto Nascite e del DEA al S. Biagio all'interno della riorganizzazione della rete ospedaliera in atto.
Riteniamo indispensabili politiche socio sanitarie che si facciano carico delle fasce deboli e degli anziani.
Ci attiveremo in ogni sede per difendere e tutelare il diritto alla salute dei nostri cittadini".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.