1

provincia vco loghi

DOMODOSSOLA- 21-04-2015- Il Consigliere Provinciale Lucio Pizzi ha presentato un'interpellanza

al presidente del Vco Stefano Costa per chiedere lumi su quanto dichiarato alla trasmissione di rai 3 Report dal governatore de lPiemonte Sergio Cjiamparino, che vorrebbe accorpare vari servizi tra le provincie del nord del Piemonte, senza considerare la specifcità montana appena concessa al Vco: "Nella puntata della trasmissione televisiva “Report” - scrive Pizzi-in onda su Rai Tre il giorno 19 aprile, puntata dedicata alla grave situazione in cui versano le Province, le relative funzioni, i dipendenti e all'impatto della loro trasformazione voluta dal governo Renzi e dal ministro Delrio sui servizi ai cittadini (servizi ai disabili, centri per l'impiego, viabilità stradale, ambiente, formazione professionale, etc...) - è stata resa pubblica un'intervista al presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. Nell'ambito di tale intervista il presidente Chiamparino, ha comunicato con disarmante chiarezza che nella Regione Piemonte esisteranno in futuro solo quattro  “aree vaste” in sostituzione delle precedenti province piemontesi.  ndr.In particolare si è riferito espressamente all'accorpamento delle province di Biella, Vercelli, Novara e Verbano Cusio Ossola (citandola espressamente) in un'unica area vasta, battezzandola “quella del Nord Est”. Tali affermazioni, rese peraltro “coram populo” alla seguitissima trasmissione della Gabanelli e a tutta l'Italia, contraddicono clamorosamente il percorso della specificità montana che solo pochi giorni addietro è stato sbandierato come risultato acquisito dal cicepresidente della Regione Piemonte Reschigna, nonché dall'onorevole Enrico Borghi, per tacere dello stesso presidente della provincia del Vco. E' di tutta evidenza infatti come la concezione di un quadrante generale per l'erogazione dei servizi si scontri con un’ovvia realtà: ciò che è ampio e generale non può essere specifico". Per questi motivi l' interpellanza al presidente per sapere "se questa Provincia tramite i suoi rappresentanti tecnici o politici ha partecipato a riunioni in cui si è parlato di “Quadrante del Nord Est”, che tipo di funzioni eserciteranno i quadranti, se è vero che alla Provincia del Vco in quanto specifica spetterà solo la funzione residuale del “patrimonio sentieristico”, e è vero che ad oggi non vi è ancora nessuna certezza riguardo il passaggio del personale provinciale nei ruoli regionali, notizia questo molto preoccupante, se tra le scellerate intenzioni accentratrici relative al quadrante ci dovrebbe essere anche l’assorbimento della funzione del servizio idrico integrato, dato inaccettabile perché questo priverebbe di fatto l'ideale dell'autonomia della propria essenza nonchè della stessa ragione che ha portato il territorio a proporre la specificità montana: la risorsa idrica quale ricchezza del nostro territorio. Inifne a che punto sia la vertenza tra Regione e Provincia per il riconoscimento dei canoni idrici".

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.