1

b consiglio villa aprile 16

VILLADOSSOLA- 31-05-2016- Potranno giocare ancora nello stadio di Villa

i ragazzi delle due società locali qualora dovessevincere il bando per la gestione la Juve Domo, che ha concorso anch'essa alla gara? Se lo chiede consigliere d'opposizione di Vill Bruno Toscani, che ha presentato un'interpellanza in merito all'affidamento in concessione dello stadio Poscio: “Il sottoscritto consigliere comunale Toscani Bruno- si legge nell'interpellanza- a nome del gruppo di minoranza consiliare, in riferimento al bando di gara relativo concessione per tre anni dello stadio Felino e Franco di Poscio , premesso che:

-con accordo sottoscritto in data 07.12.2015 (doc.1) tra il Comune di Villadossola e le associazioni Virtus Villadossola e Voluntas Villa veniva concesso in uso a quest’ultima per un anno lo stadio Felino e Franco Poscio con utenze a carico del Comune. Tale accordo prevedeva inoltre che l’Associazione Virtus Villa si impegnava a pareggiare i conti del proprio bilancio entro la data del 30.06.2016.

-in data 30.01.2016 l’Associazione Voluntas Villadossola, che ha solo il settore giovanile composto da 100 ragazzi al 90% di Villadossola, nella sala consiliare del Comune alla presenza di circa duecento persone e dell’Assessore Marcello Perugini depositava una lettera d’intenti (doc.2) nella quale chiedeva la concessione in uso del suddetto stadio prevedendo un dettagliato piano d’investimenti da fare all’interno di quest’ultimo.

-in tale incontro l’Assessore Perugini, alle richieste evidentemente preoccupate dei genitori, ribadiva più e più volte che l’interesse del Comune era il settore giovanile.

-il Comune rispondeva in data 13.04.2016 affermando che in data 31.01.2016 (domenica!!!!) gli era pervenuta simile richiesta dall’associazione Virtus Villadossola e, rimarcando di:

“garantire l’attività sportiva giovanile sul territorio comunale in maniera più estesa possibile”

“mantenere l’impianto in sufficienti condizioni di fruibilità”

l’organizzazione di iniziate in campo giovanile”

Fornire un punto di incontro e di aggregazione alle famiglie magari coniugando anche le superiori esigenze di bilancio,

-che successivamente decideva inspiegabilmente per la predisposizione del bando di gara e pertanto ci si chiede quali siano le reali motivazioni che hanno indotto tale scelta considerando che:

la Virtus Villa, come citato nella nota del Comune del 07/12/2015 (cfr. doc. 1) avrebbe dovuto pareggiare il bilancio entro la data del 30/06/2016 e conseguentemente se cosi avvenuto avere i requisiti per l’assegnazione;

l’associazione che ha un importante settore giovanile è la Voluntas Villa ed avrebbe potuto garantire in maniera certa l’attività sportiva giovanile e l’organizzazione di iniziative in campo giovanile;

i costi di gestione nel periodo di affidamento alla Voluntas Villa sono stati ridotti del 45% per quanto attiene il gas e del 30% per la corrente elettrica.

-che tutti gli obiettivi che il Comune voleva raggiungere avrebbe potuto ottenerli affidando il campo all’associazione Voluntas Villa senza esporsi al rischio, come di fatto è successo, che partecipassero al bando Associazione di altri Comuni con il reale pericolo che lo stadio vada a queste in gestione e che sia pertanto i ragazzi di Villa siano costretti ad andare a giocare altrove.

-che successivamente veniva pubblicato il bando di gara e veniva depositata in Comune una copiosa raccolta firme dai cittadini di Villadossola per l’attribuzione dello stadio alla Voluntas. Raccolta ad oggi rimasta inevasa.

-che L’intera situazione poteva ancora essere risolta. L’art. 16 del bando prevedeva la possibilità per motivi di interesse pubblico di poterlo ritirare in qualunque momento. L’evidenza dei motivi era palese agli occhi di tutti ma l’Amministrazione Comunale andava avanti nel suo intento.

-che al bando di gara partecipavano le due Associazioni di Villadossola , Virtus e Voluntas, e la Juve Domo come era prevedibile visto che quest’ultima non era riuscita ad aggiudicarsi lo Stadio Curotti. All’apertura della prima busta contenente la documentazione amministrativa verificatesi il giorno 22.05.2016 ci si avvedeva che tutti e tre i concorrenti non depositavano l’impegno del fidejussore a rilasciare il deposito cauzionale. Il Comune, ancora una volta, al posto di dichiarare la gara deserta in autotutela vista la par condicio tra i concorrenti, riteneva di dover chiedere l’integrazione di tale documento con il potere di soccorso istruttorio;

-che di nessun pregio sono altresì le affermazioni di chi ritiene che le squadre di Villa giocheranno nello stadio indipendentemente da chi lo prenderà in gestione perché se è vero che la convezione all’art.9 prevede che il concessionario si impegna a concedere alle società iscritte alla FIGC e al CSI l’uso del campo una volta a settimana per le partite di campionato con l’eventuale mediazione dell’Amministrazione comunale e altresì vero che prevede che il campo di allenamento dovrà essere messo a disposizione delle stesse “nel limite della disponibilità” vanificando quindi la precedente clausola di salvaguardia e creando certamente un grave danno a chi deve poter fare giocare oltre 100 bambini, con l’impossibilità di utilzzare il campo anche per gli allenamenti;

-che , in caso di aggiudicazione dello stadio da parte della Juve Domo, la Virtus Villa che ha solo la prima squadra, chiedendo alla FIGC l’alternanza con la Juve Domo, potrà disputare le proprie gare di campionato e gli allenamenti, ma tutti i ragazzi del settore giovanile Voluntas dove andranno.

A fronte delle considerazioni sopraesposte ci sembra veramente assurdo che l’Amm.ne Com.le non abbia in nessun modo tutelato le Società sportive di Villadossola, affidandogli direttamente , come avvenuto nel passato, la gestione dell’impianto sportivo. Se tale gestione venisse affidata alla Juve Domo di fatto si cancellerebbe una storia calcistica iniziata all’inizio del secolo in qaunto per le nostre Società non ci sarebbe più un futuro. Speriamo non sia destino per il nostro paese che oltre ad avere un Sindaco di Domodossola avrà anche il proprio campo sportivo (con tutta la sua storia ed i sacrifici della collettività per realizzarlo) assegnato alla Città di Domodossola

C H I E D E

al Sindaco o all’Ass.re competente una puntuale ed esauriente risposta a quanto in premessa indicato , precisando le motivazioni che hanno portato a questa assurda scelta politico amministrativa , notizie sull’evoluzione dell’affidamento e la sospensione delle procedure di affidamento in atto, anche in autotutela, con la nomina di una Commissione consiliare per le opportune valutazioni in merito

Si richiede di porre la presente interpellanza all’Ordine del Giorno del primo Consiglio Comunale e di avere una risposta scritta.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.