1

b giornata mondiale gioventu cracovia

DOMODOSSOLA- 2-08-2016- Sono tornati lunedì pomeriggio i 27 giovani ossolani

dopo aver partecipato in Polonia alla Gmg, manifestazione che ha coinvolto la chiesa di tutto il mondo. Sono tornati assieme a don Riccardo Zaninetti che li ha accompagnati. “L’esperienza è stata bella significativa – ha detto don Riccardo - e allo stesso tempo stancante. Portiamo nel cuore i ricordi della giornata mondiale della gioventù vissuta quindici giorni in Polonia. La prima settimana a Kielce, dove siamo stati ospiti in famiglie della città e la seconda invece a Cracovia , città della Gmg dove abiamo avuto la possiilità di incontrare il Santo Padre e di vivere grandi momenti di fede, di amicizia di conoscenza e di crescita spirituale attraverso la via Crucis, la veglia notturna, la messa conclusiva di domenica presieduta dal Papa ”.Partiti con il pullman Novara 2 erano con loro anche ragazzi di Villadossola e di Gravellona e subito si è creato tra i giovani una grande sintonia e amicizia “L'esperienza ha dato loro la possibilità di portarsi a casa degli impegni. Il più significativo – dice don Riccardo – credo sia quello quello di portare nelle nostre terre e nelle nostre parrocchie l'entusiasmo di essere giovani cristiani con la voglia di trasmetterlo agli altri”. “Torno a casa con tante esperienze che hanno segnato la mia vita – dice Luca Cicalò- mi ha colpito l'ospitalità del popolo polacco. L'evento che più mi ha emozionato è stata la veglia con il Papa, vogliamo essere dei giovani come ci ha suggerito il Papa con le scarpe sempre pronte per camminare e non dei giovani divano”. “All'inizio avevo qualche dubbio a partecipare per problemi legati alla sicurezza – ha detto Daniele Quaglieri - ma poi grazie all'aiuto del Signore ho vinto la paura e ho vissuto con entusiamo quest'esperienza”. I giovani hanno avuto modo anche di assistere alla messa per gli italiani presieduta dal presidente della Cei il cardinale Angelo Bagnasco, e per noi al termine don Riccardo ha raccolto un saluto dal cardinale all'Ossola terra ben conosce essendo stato un frequentatore delle nostre montagne.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.