1

b mostra vigezzo casula

MALESCO- 04-08-2016- Verrà inaugurata sabato 6 agosto alle ore 17 l'esposizione delle opere di Salvatorino Casula, presso la sala espositiva di via al Piano. La mostra offre una selezione di quadri eseguiti dal pittore vigezzino dagli anni ottanta a oggi, presentando la sua evoluzione nel tempo, dalle opere figurative alle più recenti "Emozioni", simboliche e realizzate con tecnica materica.

Sono soprattutto queste ultime ad aver suscitato nel tempo un grande interesse da parte della critica e che gli hanno valso l'appellativo di "poeta della luce", facendogli ottenere importanti primi premi a concorsi internazionali.

"Il taglio compositivo dei lavori di Salvatorino Casula", scriveva lo storico dell'arte Dario Gnemmi, "è l'estremo cangiare vibrante della luce, sempre colto attraverso il colore, ma anche nella più profonda essenza dell'esercizio tecnico". Sono proprio i giochi di luce a caratterizzare le opere di Casula, create attraverso l'utilizzo di frammenti di pietra e colori acrilici o a olio, una tecnica che il pittore ha studiato per tredici anni (dal 1990 al 2003) prima di ottenere i risultati apprezzabili oggi.

Le opere del secondo periodo di Salvatorino non sono statiche, sono tridimensionali e sembrano cambiare se viste da un'angolatura diversa, non si limitano a ritrarre il vero ma diventano emozioni e stati d'animo su tela. I suoi dipinti trasformano la realtà, pur richiamandola, attraverso la fantasia e diventano quasi l'interpretazione di un sogno. La sua tecnica richiama l'impressionismo, il puntinismo e il divisionismo, configurandosi però come uno stile originale e personale.

Quello che più sorprende di Salvatorino, visti i risultati raggiunti, è il fatto che non abbia mai frequentato scuole d'arte ma che sia completamente autodidatta. I suoi lavori sono frutto della passione e del costante impegno nel ricercare e migliorare la propria tecnica pittorica.

Nel tempo, Casula ha ottenuto vari premi e diplomi sia in Italia che all'estero, tra cui, per citarne solo alcuni, il "Premio Mercurio d'Oro" del Gran Galà dell'Arte di Portovenere, il trofeo "Leone d'Oro per l'Arte" di Sirmione, il riconoscimento della critica all'esposizione internazionale di Cannes del 2009, il primo premio alla quadriennale di Roma, il primo premio al "Great Prize of Canarian Tour" del 2006, il secondo premio alla "Quadriennale Leonardo da Vinci-Artisti nella Storia" della Thomas Charles Gallery negli Stati Uniti. Figura inoltre nel "Libro d'oro degli artisti contemporanei" del Centro Italiano Censimento Artisti.

Suscita dunque molto interesse l'esposizione che verrà inaugurata sabato e che resterà aperta fino al 21 agosto con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19, il sabato e la domenica dalle 15 alle 19 e dalle 20:30 alle 22.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.