1

corta giugno domese presentazione

DOMODOSSOLA- 08-05-2015- Partirà il 17 giugno, a cavallo della festa patronale,

il Giugno Insieme 2015. L'edizione della festa domese è stata presentata venerdì pomeriggio dal neo eletto presidente della Pro Domo Davide Bonacci, che in aula consigliare, alla presenza del Parroco don Vincenzo Barone, ha presentato i nuovi componenti del direttivo del sodalizio ed ha lanciato una proposta a tutte le altre feste ossolane, di unire i fondi che si raccolgono per donare al san Biagio un'apparecchiatura per la terapia del dolore : “Ci sono davvero pochi soldi- così Bonacci- ma faremo la festa lo stesso dal 17 al 22 di giugno all'Oratorio, ogni sera ci sarà un ristoratore ossolano che proporrà piatti tipici, poi ci sarà la nostra ristorazione e la pizzeria. Per l' intrattenimento si sta predisponendo un programma musicale con gruppi espressione del nostro territorio, e daremo spazio alle scuole di ballo, magari l'ultima sera avremo un importante ospite. Riproporremo poi la Fiera con le bancarelle chiudendo via Monte Grappa e ci sarà una piccola pesca benefica. Il nostro scopo è sempre quello di raccogliere fondi per beneficenza, abbiamo ricevuto diverse proposte dall' ospedale di Domo, ad esempio per la terapia del dolore, con una strumentazione che consente una innovativa cura del dolore, con nuove forme di elettrostimolazione che cura il dolore oncologico ma potrebbe essere utilizzata anche dagli ortopedici, fisiatri e per tutti i dolori cronici. Potrebbe essere la prima volta che tutte o parte le feste dell'Ossola vengano finalizzate per lo stesso scopo benefico”. Ci saranno poi una serie di manifestazioni collaterali a scopo benefico, l'Associazione Parkinsoniani del Vco sponsorizzerà una serata di raccolta fondi, la serata Spinning raccoglierà soldi per attrezzare una piccola area per la sosta dei parenti nella rianimazione di Domo, che non ha una sala d'aspetto”. Alla riunione era presente anche il Parroco domese: “La processione coi Santi Patroni- così Don Barone- sarà il 19 giugno ed arriverà all' oratorio. Recupera così la dimensione dei nostri patroni, in un ambito educativo per eccellenza. Tra l'altro le attrezzature della festa permetteranno di far mangiare i bambini all'oratorio e di non doverli spostare”. Presente anche Paolo Rossi dell'associazione commercianti: “Contatteranno i commercianti- ha spiegato- ci sono delle idee sul tavolo, diamo la nostra collaborazione per raggiungere gli obbiettivi. Abbiamo idee sul 'fuori tutto' che vorremmo potenziare, e una serie di iniziative compatibili con le risorse che darà il giugno domese. La location dell'Oratorio potrebbe essere l'occasione per creare un piccolo percorso dalla stazione per far conoscere anche il centro storico passando per il Borgo della cultura”.

Per le videointerviste: clicca qui

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.