1

 corta carabinieri documenti coop stretta controllo documenti

DOMODOSSOLA- 11-05-2015- Pattuglie, carabinieri in divisa, ma anche in borghese,

per prevenire furti e borseggi nel mercato. Questa la strategia messa in atto dai militari domesi del comandante Sebastiano Runza, che nello scorso fine settimana hanno controllato prima al mercato, e poi in caserma, numerose persone, fra cui otto cittadini stranieri che a vario titolo si trovavano in giro per le vie cittadine, tre dei quali già noti nella banca dati delle forze di polizia per vari precedenti. In particolare, i militari hanno identificato un cittadino ungherese, tre rumeni e due bulgari, tutti regolari, ed altri due extracomunitari presunti maghrebini sul cui conto sono ancora in corso accertamenti, che verosimilmente avrebbero tentato di raggiungere la Svizzera venendo respinti dalla polizia elvetica in Italia. A carico di due dei tre rumeni, con età compresa tra i 44 ed i 18 anni, risultavano denunce a piede libero in Milano e Bergamo per i reati di impiego di minori nell’accattonaggio” e di “disturbo al riposo di persone”, mentre a carico di uno dei 2 bulgari figurava una denuncia per “falsificazione di banconote e spendita di banconote false”. Terminati i controlli di routine, i citati stranieri venivano riaccompagnati, su propria richiesta, alla stazione ferroviaria e ad un parcheggio, da dove ripartivano per i rispettivi luoghi di domicilio, tra Varese e Milano.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.