1

corta nepal terremoto

VILLADOSSOLA- 12-05-2015- Dopo lo spaventoso terremoto che ha devastato il Nepal lo scorso 15 aprile, la Fondazione Tami ha deciso di devolvere 1.000 euro per sostenere la raccolta fondi dell'Unicef a favore dei bambini e delle famiglie colpite da questa tragedia. Come priorità, l’Unicef ha l’obiettivo di raggiungere 1,7 milioni di bambini che vivono nei 21 distretti più gravemente colpiti dal terremoto e che hanno urgente bisogno di assistenza umanitaria- spiegano dal Cda della Fondazione- sono infatti i bambini e gli adolescenti, circa il 40% della popolazione del paese, i più esposti e vulnerabili: l’accesso limitato all'acqua potabile e ai servizi igienici comportano gravi rischi di malattie veicolate dall'acqua, mentre molti bambini risultano separati dalle loro famiglie. In questo contesto, e nell’ambito del Protocollo d’Intesa che lega Anci e Unicef Italia, siamo a chiederLe di sostenere la raccolta fondi dell’Unicef per dare assistenza e aiuti immediati ai bambini e alle famiglie colpite dal terremoto, con un contributo della Sua amministrazione e dando massima diffusione fra i suoi concittadini dell’appello di raccolta fondi dell’Unicef. Ricordiamo  che si può sostenere la raccolta fondi dell’Unicef con donazioni sul ccp 745000, o chiamando il numero verde 800.745.000, o andando sul sito dedicato www.unicef.it/nepal. “

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.