1

b blardone gianpaolo

PALLANZENO- 28-11-2016- Tra i nove sindaci ossolani che contestano il progetto Inteconnector c'è anche il sindaco di Pallanzeno Gianpaolo Blardone, che in un comunicato stampa spiega le sue ragioni: “Sono uno dei sindaci che non hanno firmato il verbale di intesa presentato da Terna e sottoscritto dalla Regione Piemonte per la realizzazione del nuovo elettrodotto Interconnector- spiega Gianpaolo Blardone, primo cittadino di Pallanzeno- dopo aver ascoltato l’intervista dell’assessore regionale alle attività produttive De Santis sono convinto che la scelta mia e degli altri colleghi è più che giustificata, perché arrivare a dire, come fa l’assessore, che la realizzazione di un maxi elettrodotto, con una nuova centrale di conversione che prevede l’occupazione di ben 105.000 mq, pari alla superficie di 12 campi da calcio, con capannoni alti 20 m e un conseguente devastante impatto ambientale è una cosa buona per l’Ossola, mi sembra davvero incredibile.

Se questo è il metro di giudizio che usa la Regione Piemonte, ci può stare anche la scelta di realizzare il nuovo ospedale sulla collina di Ornavasso, con un ingente sperpero di denaro pubblico.

Mi spiace pensare che la volontà di ben nove sindaci, che si fanno portatori delle istanze dei propri cittadini, non sia tenuta nella giusta considerazione.Mi crea inoltre perplessità leggere le quotidiane esternazioni di qualche collega, che diserta abitualmente le riunioni, e poi pretende di pontificare senza conoscere fino in fondo gli argomenti di cui si parla, criticando indistintamente l’operato e le decisioni prese dagli altri sindaci. Per queste ragioni mi è sembrato giusto e doveroso confutare le suddette dichiarazioni, in modo che l’assessore regionale si possa rendere conto che la popolazione ossolana non è più disposta a lasciarsi incantare dai discorsi di certi politici e sa distinguere da sola ciò che è bene e ciò che è male per il proprio territorio”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.