1

corta masera calcio salto testa

MASERA- 18-05-2015- Si pensava che il match "dentro o fuori" di domenica contro il La Chivasso sarebbe stato impegnativo per le ragazze del Masera, obbligate a vincere per accedere alle semifinali. È stata infatti una partita difficile, nonostante le avversarie si siano presentate con una giocatrice in meno a causa di numerose assenze, perché le torinesi hanno avuto il merito di lottare con tutte le loro forze per provare almeno ad ottenere il pareggio che sarebbe valso il passaggio del turno, mentre le ragazze di Tortora hanno faticato ad imporre il loro gioco, bloccate dalla tensione dovuta alla posta in palio e dal caldo che ha caratterizzato il pomeriggio a Cavallirio (campo neutro dove si è disputata la sfida). La partita così non ha offerto molti spunti e si è decisa in pochi episodi. Il primo dopo appena dieci minuti, con il gol del vantaggio delle maseresi: palla in profondità per Pullano sulla destra, che nel tentativo di calciare in porta realizza invece un cross perfetto sul secondo palo per Piolini, che non si lascia scappare l'occasione e di destro insacca. Il secondo al 35', quando Martina Cerini servita in profondità, anticipa portiere e difensore della squadra avversaria, con quest'ultima che nel disperato tentativo di fermarne la conclusione in porta la stende al limite dell'area. Rosso diretto e avversarie in 9. Il terzo invece nella ripresa con il gol capolavoro di Noretta: azione sulla corsia di centrodestra di Rovereti che serve un assist perfetto alla giovane centrocampista, che da zona centrale in corsa calcia di prima intenzione e trafigge l'incolpevole portiere che può solo guardare il tiro infilarsi alle sue spalle.Il 2 a 0 finale consegna così al Masera la possibilità di giocarsi la semifinale di Coppa Piemonte contro il PVF, primo classificato nell'altro girone. Una sfida che si preannuncia estremamente equilibrata visto che le due squadre hanno una vittoria a testa negli scontri stagionali in campionato e in classifica sono finite ad un solo punto di distanza l'una dall'altra (a favore delle torinesi). Il programma prevede una doppia sfida andata e ritorno il 24 maggio e il 14 giugno (al momento non è ancora stato stabilito chi per prima giocherà in casa). Il Pvf è sicuramente l'avversario più ostico che le nostre abbiano incontrato quest'anno assieme alla Biellese, e la classifica legittima questa considerazione, visto che le tre squadre hanno fatto campionato a sé, lottando fino all'ultima giornata per la promozione in serie C. "Servirà un Masera sicuramente migliore di quello visto oggi - ha commentato l'allenatore Tortora a fine partita - perché i prossimi due incontri possono valere un intero anno di sacrifici e c'è bisogno di ritrovare quello spirito che ci ha accompagnato per tutto l'anno se vogliamo passare il turno". L'appuntamento con il finale di stagione per le ossolane è quindi rimandato almeno di 180', nella speranza poi di prolungare questo tempo e vederle giocare anche la finale di Coppa Piemonte il prossimo 21 giugno.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.