1

premosello rsa

PREMOSELLO CHIOVENDA - 03-07-2019 - Un ampio progetto di ristrutturazione e di recupero degli spazi inutilizzati vedrà nei prossimi mesi interessata la Rsa di Premosello (ex ospedale). Tra i punti più qualificanti (ma non il solo) la realizzazione della "Casa della Salute". Lo annunciano il sindaco Giuseppe Monti e il consigliere delegato Rossella Nini, spiegando che il progetto esecutivo verrà presentato a breve alla cittadinanza in una riunione pubblica.
"Gli interventi dovranno essere ultimati entro i prossimi 24 mesi e completeranno quel recupero funzionale intrapreso a partire dal 1999 dalle mie Amministrazioni della Casa di Riposo e del vecchio Ospedale di Maternità - spiega il sindaco - un esempio di eccellenza sanitaria che per decenni, in una posizione baricentrica della nostra Provincia, fu luogo di nascita di miglia di bambini Ossolani, del Cusio e del Verbano".

Come anticipato, il pacchetto degli interventi previsti è ampio. In particolare:
E' prevista la ristrutturazione del piano terra ex P.O., attualmente inutilizzato, avente una superficie utile di circa 840 mq con adeguamento degli spazi esistenti per la realizzazione della “Casa della Salute”. Questa avrà una superficie di circa 240 mq, con ingresso e sala d’attesa, ufficio per il ricevimento degli utenti e la gestione amministrativa, 4 ambulatori medici, studio dentistico, ufficio per l’assistente sociale, servizi igienici per l’utenza e per il personale, deposito per materiali e attrezzature.
Sempre al piano terra ci sarà posto per la nuova sede della Guardia Medica, della superficie complessiva di circa 70 mq, costituita da locale di attesa per gli utenti con annesso servizio igienico, ambulatorio medico, locale per il soggiorno del medico dotato di servizio igienico.
Una nuova camera mortuaria dotata di due camere ardenti, sala d’accoglienza con accesso diretto dall’estero dell’edificio e servizi igienici. Un nuovo nucleo lavanderia e stireria, della superficie complessiva di circa 120 mq, costituito da corridoio centrale di smistamento (accessibile direttamente dall’ascensore montalettighe e dal vano scala), locale lavanderia, locale stireria per lenzuola, federe, tovaglie, locale stireria per indumenti, servizio igienico ad uso del personale. E ancora: depositi e locali tecnici e spazi ad uso della Croce Rossa Italiana. Questi su di una superficie complessiva di circa 190 mq che si affaccia sul cortile lato est, suddivisi in due autorimesse della superficie di circa 65 mq ciascuna dotate di portoni sezionali automatizzati, un deposito, un locale di servizio con servizio igienico.

Riqualificazione sede C.R.I.
Prevista anche la ristrutturazione del fabbricato esistente posto nel cortile lato est adibito a sede della Croce Rossa Italiana – Unità Territoriale di Premosello Chiovenda con la realizzazione sul fronte sud di un porticato e nella trasformazione dell’attuale autorimessa in locale polivalente e sala riunioni; completo rifacimento dell’impianto elettrico con nuovo quadro di distribuzione, installazione nuova caldaia per riscaldamento e produzione acqua calda.

Riqualificazione area esterna est
In progetto la sistemazione dell’attuale superficie della corte interna (circa 440 mq) con pavimentazione bitumata delimitata da una recinzione costituita da muro in calcestruzzo con sovrastante pannello grigliato di ferro con un cancello carrabile e due cancelli pedonali, di cui uno ad uso esclusivo della camera mortuaria, dotati di impianto videocitofonico;
Realizzazione vialetto di accesso alla camera mortuaria delimitato da muro in calcestruzzo con sovrastante recinzione in pannelli di lamiera di acciaio stirata;
Rifacimento dei marciapiedi esistenti sui fronti sud ed est dell’edificio con nuova pavimentazione in lastre di pietra;
Sistemazione dell’area prospiciente il fronte est del fabbricato, della superficie di circa 500 mq, con la realizzazione di una zona parcheggio dotata di sei posti auto, di cui uno destinato a disabili e un’isola ecologica coperta a servizio esclusivo della RISS;
Rifacimento della pavimentazione bitumata della strada di accesso.
Nuova centrale termica e impianto idrotermosanitario. La nuova centrale termica è ubicata all’interno del piccolo fabbricato posto nell’area esterna fronte est, nel locale inutilizzato adiacente a quello ove è collocato il gruppo elettrogeno. È prevista la rimozione dell’attuale manto di copertura in lastre di “Eternit” e la successiva posa di uno nuovo in lamiera grecata coibentata.
Nuova centrale termica costituita da 3 generatori di calore in cascata, alimentati a gas metano, ed un chiller in pompa di calore, posto all’esterno dal locale tecnico, per la produzione dell’energia frigorifera per l’impianto di raffrescamento.
Nuovo impianto per la produzione di acqua calda sanitaria costituito da un sistema con 6 collettori solari termici piani installati sulla falda di copertura del fabbricato RSA orientata a sud e due generatori di calore di tipo istantaneo, con bruciatore alimentato a gas metano, in grado di sopperire la quota parte mancante non fornita dal solare. L’impianto è dotato di sistema automatico per il trattamento anti legionella.

Ampliamento cucina esistente
Lo spostamento dei servizi lavanderia e stireria al piano terra dell’ex presidio ospedaliero consente l’utilizzo di parte degli spazi disponibili per ampliare la cucina esistente. La superficie attuale, di circa 33 mq, viene estesa a 101 mq.

Isolamento termico
Sostituzione dei rimanenti serramenti originali della struttura ospedaliera con nuovi serramenti in PVC con vetrocamera (sala polifunzionale, attuale camera mortuaria, corridoio collegamento RSA).
Isolamento termico delle pareti fronti est e nord dell’ex presidio ospedaliero con rivestimento in pannelli di polistirene espanso sintetizzato (EPS).
Isolamento termico del sottotetto dei fabbricati ex presidio ospedaliero e RSA mediante insuflaggio di schiuma polyso espansa rigida.
Risanamento facciate esterne ex. P.O. e R.S.A.
Risanamento gronde edificio ex presidio ospedaliero (rifacimento intonaci).
Tinteggiatura di tutte le superfici murarie esterne dei fabbricati ex presidio ospedaliero e RSA.
Sostituzione degli avvolgibili in plastica attuali con nuovi in doghe in alluminio coibentato.
E ancora, in programma la sistemazione del tetto ex P.O; la sostituzione dell'ascensore montalettighe alla R.S.A.; un nuovo ascensore montalettighe a servizio del fabbricato RSA ad azionamento elettrico (Portata 1.100 kg – Capienza n. 15 persone – Fermate n. 4); la sostituzione delle porte interne ai reparti R.S.A.
Sarà inoltre rifatta la climatizzazione al reparto notte della RSA;
revisionato il gruppo elettrogeno di emergenza, acquistate forniture complete di macchine e attrezzature in acciaio inox per la nuova cucina e per la nuova lavanderia e stireria.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.